"Se il mare è azzurro...è anche merito della flotta gialla"

Servizi

Castalia, dal 1986, assicura in convenzione con l’Amministrazione (oggi Ministero dell’Ambiente) servizi di pronto intervento antinquinamento per la salvaguardia delle coste e dei mari italiani, con una flotta composta da navi di altura e navi costiere dislocate nei principali porti italiani e in prossimità delle zone di mare più sensibili dal punto di vista ambientale. Le unità di altura sono caratterizzate da elevata capacità di recupero oli, equipaggiate con attrezzature tecnologicamente avanzate per il recupero degli inquinanti, la bonifica di zone di mare, operazioni antincendio e per rimorchiare navi sinistrate per evitare pericoli di inquinamento. Le unità costiere operano entro le 20 miglia dalla costa e capaci di operare in aree di mare ristrette, con bassi fondali e attrezzate per la bonifica delle coste.

La struttura prevede un Centro Operativo Nazionale a Roma collegato con il Ministero Ambiente, con le sedi periferiche dislocate nei porti sedi di Direzione Marittima e otto magazzini scorte dotati di presidi specialistici.

Dal 2015 svolge quotidianamente il servizio di pattugliamento delle piattaforme petrolifere nel Mare Adriatico e nel Canale di Sicilia.

 cartina
DISLOCAZIONE UNITA’ COSTIERE E DI ALTURA

UNITA’ DI ALTURA

UNITA' DI ALTURA

UNITA’ COSTIERE

UNITA' COSTIERE
Struttura a terra:
  • 1 Centro di Coordinamento con sede a Roma
  • 15 Centri Periferici presso i principali porti italiani
  • 8 magazzini scorte
OIL SPILL DETECTION
Oil spill detection

Le unità d’altura sono equipaggiate con sistemi RADAR dedicati all’OIL SPILL DETECTION che possono rilevare e seguire inquinamenti da idrocarburi anche nelle ore notturne e con scarsa visibilità.

FLEET TRACKING SISTEM

Fleet Tracking System

Tutte le navi della flotta sono dotate di sistemi satellitari che consentono il monitoraggio in tempo reale delle attività.

MODELLO DI SIMULAZIONEMODELLO DI SIMULAZIONE
Simulazione

Modello matematico di simulazione e previsione dello spostamento degli idrocarburi sulla superficie del mare.


Luglio 2017 – Gabicce Mare (PU) – Naufragio di una unità da diporto

A seguito del naufragio dell'imbarcazione da diporto "RA 3031/D" sulle scogliere poste a protezione della spaggia Gabicce Mare e con conseguente fuoriuscita di residui oleosi di sentina e gasolio, l'unità R.re Esino interviene con la circoscrizione del relitto con panne oleoassorbenti. >>

Maggio 2017 – Porto di Lampedusa – Evento meteo marino (marrobbio)

A seguito di uno sversamento di gasolio da parte del M7y "Nauta" di bandiera britannica ormeggiata nel porto di Imperia - Porto Maurizio - l'unità "Comandante Ugo Casa" interviene fornendo materiale assorbente in dotazione. >>

Gennaio 2017 – Versante calabro dello Stretto di Messina – Incaglio M7v “Gustav Maersk”

Il R.re "Ievoli Red", a seguito dell'icagliamento della portacontainers danese "Gustav Maersk" nello stretto di Messina, esegue operazioni di accertamento di assenza di idrocarburi. >>

Settembre 2016 – 22 miglia est Capo Murru di Porco (Siracusa) – Semiaffondamento e rovesciamento M/n “Mustafa Khan”

Unità navali "Supergabbiano Sei", R.re "Melilli" e R.re "Ievoli Red" intervengono a seguito semiaffondamento e rovesciamento M/n "MUSTAFA KHAN". >>

Giugno 2016 – Baia di Alimini – Incendio e affondamento unità da diporto “Way-Out”

Unità navale "IEVOLECO" esegue intervento a seguito dell'incendio sviluppatosi sull'unità da diporto di bandiera italiana denominata "Way-Out", che era alla fonda della Baia di Alimini a circa 3,5 miglia dal porto di Otranto. >>

Novembre 2015 – Porto di Vibo Valentia Marina – Affondamento motopesca “Giuseppe Padre”

Unità navale IEVOLECO TERZO esegue attività di prevenzione antinquinamento tramite stesura di panne assorbenti durante le operazioni di recupero del relitto. >>

Luglio 2015 – Acque antistanti Porto di Giulianova (TE) – Incendio a bordo del M/y “LARISSA”

Unità navale MONTEROSA esegue attività di prevenzione antinquinamento tramite stesura di panne assorbenti durante le operazioni di recupero del relitto. >>

Giugno 2015 – Litorale Porto Garibaldi (FE) – Incaglio motopesca TEX

Unità navale MONTEROSA provvede alla rimozione di idrocarburi dalla superficie a mezzo panne e al contenimento con barriere galleggianti. >>

Giugno 2015 – Isola dell’Asinara (Cala d’Oliva) – Affondamento M/Y “Mantalena”

Unità navale ECOGIGLIO esegue operazioni di svuotamento del combustibile dal serbatoio del M/Y Mantalena e provvede a circoscrivere l'area del sinistro con 96 metri di panne assorbenti. >>

Isola D’Elba – settembre 2014 – Esercitazione Internazionale “Ramogepol 2014”

Nei giorni 16 e 17 settembre si è svolta, a circa 6 miglia a nord dell'Isola d'Elba, l'esercitazione internazionale antinquinamento Ramogepol 2014 condotta da Italia, Francia, Principato di Monaco e con la partecipazione della Spagna quale nazione associata, nella quale è stato simulato un incidente navale tra una petroliera ed una portacontainer con sversamenti a mare di circa 5000 m³… >>